L’arcivescovo di Siracusa Francesco Lomanto si è recato, domenica sera, prima della celebrazione Eucaristica nella chiesa Sant’Anna, in visita alla Radio Una Voce Vicina InBlu (Fm 104,00 Mhz, www.radiounavocevicina.it).

Accompagnato da don Marco Pandolfo, chiesa del Cuore Immacolato di Maria e Sant’Anna e dai due diaconi Giovanni Cascone e Giuseppe Marino, ha incontrato i componenti della redazione giornalistica guidata da Salvatore Di Salvo e il consiglio direttivo dell’Associazione “Radio Una Voce Vicina InBLu”, guidato dal presidente Sebastiano Barberi e composto da Michele Ruma, Antonella Benigno, Sebastiano Caligiore, Alfio Zarbano, Emanuela Ruma.

Mons Lomanto, che è anche delegato Episcopale della Cesi per le Comunicazioni sociali e la Cultura,  dopo aver visitato gli studi radiofonici e la sala regia,  intrattenendosi con tutti i collaboratori, ha sottolineato l’importanza di comunicare e di comunicare bene, sfruttando tutti i mezzi a disposizione per diffondere il messaggio della Chiesa; ha ribadito inoltre l’importanza di fare sinergia tra mezzi di comunicazione e di lavorare secondo linee pastorali comuni. Il giornalista Salvatore Di Salvo, il presidente Sebastiano Barberi e il consigliere Michele Ruma  hanno illustrato all’arcivescovo l’attività svolta e le idee e i progetti che saranno sviluppati nei prossimi mesi.

Radio Una Voce Vicina nasce il 9 aprile 1977 in un piccolo spazio preso la “Parrocchia Cuore Immacolato di Maria e S. Anna” in Carlentini, grazie alla lungimirante intuizione del parroco mons. Giovanni Maria Sortino, che capisce immediatamente le enormi potenzialità di questo strumento e del ruolo che può svolgere per la comunità e dà un’impronta parrocchiale alla radio, offrendo un palinsesto basato su tanta informazione locale con svariate rubriche, il tutto miscelato da tanta buona musica per tutti i gusti.

Radio Una Voce Vicina è stata costituita in Associazione, in data 16 agosto 1990; è stata registrata presso il Tribunale di Siracusa in data 26 aprile 1977; è stata iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione nr. 8364 29 agosto 2001; è stato concesso l’esercizio della radiodiffusione sonora in ambito locale e a carattere comunitario, con Decreto definitivo del Ministero delle Poste e delle Comunicazioni in data 4 marzo 1994 e che il Decreto è stato registrato alla Corte dei Conti il 7 settembre 1994. Trasmette ininterrottamente dall’ottobre 1978, ed è stata la prima radio privata cattolica dell’Arcidiocesi Metropolita di Siracusa.

Il 26 Ottobre 2005, per far fronte alle necessità tecniche crescenti gli studi vengono trasferiti in un locale attiguo alla parrocchia, presso il Palazzo delle opere pastorali che vengono adibiti a studi radiofonici e redazione giornalistica. Per offrire un prodotto redazionale valido contestualmente entra nel circuito InBLU che raggruppa in Italia diverse radio e Tv costituendo l’Associazione Corallo. Radio Una Voce Vicina, riconosciuta dall’Arcidiocesi di Siracusa.  Ma la Radio subisce un brusco declino dal momento in cui il suo fondatore Giovanni Maria Sortino affetto da una grave malattia è costretto a lasciare la parrocchia, dopo 53 anni di appassionato servizio sacerdotale. Diversi sono stati i giornalisti che hanno collaborato con Radio Una Voce Vicina, tra i quali  il giornalista Acese Casimiro Nicolosi  e per oltre tre lustri il giornalista Gaetano Gimmillaro, che ogni mattina in diretta ha condotto l’edizione del  radiogiornale. Ma anche tantissimi giovani e educatori della comunità parrocchiale di Sant’Anna, tra i quali suor Anna, direttrice del centro Ain Karim.   Monsignor Sortino muore nel maggio del 2013 presso il Centro Anziani “Ain Karim” in Carlentini. Qualche mese prima proprio al centro anziani “Ain Karim” aveva deciso di trasferire anche la regia della radio continuando a trasmettere direttamente dalla sua stanza privata. L’8 luglio 2013 si è insediato un nuovo Consiglio di Amministrazione, presieduto dal prof. Michele Ruma, il quale, forte della sua esperienza radiofonica, ha subito creduto nel rilancio qualitativo della radio e nella validità di questa realtà territoriale, fortemente collaborato da un Consiglio d’Amministrazione, che si dedica con passione affinché Radio Una Voce Vicina continui la missione di evangelizzazione e di aggregazione e informazione  essendo rimasta l’unica radio locale della zona nord della provincia di Siracusa.

I problemi che il consiglio deve affrontare non sono pochi: in primis rivedere il palinsesto e poi trovare nuovi collaboratori motivati e qualificati. Si fa fatica, ma si va avanti a denti stretti con un “imperativo categorico” nonostante le difficoltà: non dimenticare la memoria del proprio fondatore Mons. Giovanni Maria Sortino e del perché è nata la radio, come voce che sappia tenere compagnia e sia vicina alle persone anziane, ammalate e che vivono momenti di solitudine. Alla luce di ciò, la Radio si pone come strumento vivo di comunicazione sul territorio, ma non solo di Carlentini, ma anche dei comuni limitrofi, grazie al coordinamento di persone esperte del settore, tramite trasmissioni culturali, di riflessione sociale e religiosa. In particolare Radio Una Voce Vicina vuole essere a servizio del territorio, dando voce a tutte le associazioni di volontariato, culturali e sportive presenti in zona.

Nel 2013 la direzione editoriale viene affidata al giornalista Salvatore Di Salvo, che avvia anche un progetto editoriale con il potenziamento dei social media: Facebook, Twitter,  Instagram, linkedin, Telegram, un App,  un Virtual Tour e un sito internet per ampliare l’offerta giornalistica ai radioascoltatori e  a quanti utilizzano i social media.

Radio Una Voce Vicina inBlu avvia una serie di progetti con le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di Primo Grado e di secondo grado di Lentini, Carlentini e Francofonte e Catania.  In particolare con l’Istituto scolastico “Vittorini –Gorgia”, grazie alla disponibilità del dirigente scolastico dal 2017 ha avviato l’alternanza scuola lavoro avente come tema “Alternanza scuola lavoro: “scrivere, leggere, parlare…alla radio e alla Web TV”.. Diverse le iniziative con il Santuario Basilica Madonna delle Lacrime di Siracusa. Partner del mensile “Telestradapress” diretto da Gabriella Virgillito, il primo giornale siciliano realizzato da redattori di strada  e senza dimora,  finalizzato al recupero di uomini e donne meno fortunati,  con l’associazione “Meter” e con l’Ente sociale “Angeli”. La direzione ha avviato dal 2013 diversi  Progetti di Educazione alla Legalità con la Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia stradale, Polizia municipale di Carlentini e Lentini e  Vigili del Fuoco. E’ Media Partner con Demea Eventi Culturali di Antonio Oliveri.

Nel 2014 è iniziato un progressivo lavoro di ammodernamento tecnologico che ha portato ad automatizzare completamente tutti i dispositivi ed  essere presenti su Internet con un sito www.radiounavocevicina.it ricco di contenuti dal quale è possibile ascoltarci online da tutto il mondo. Per oltre quarantaquattro anni ininterrotti di trasmissioni in cui   lo spirito è rimasto sempre lo stesso di quando è nata: Fare Buona Radio!

Diversi i programmi di intrattenimento, oltre a quelli proposta da InBLu Radio,  tra i quali “Time Out”,  “Zoom”, “Una Voce in Blu”, “L’Autore si racconta… il “Peggio di studio 104, “Insieme a te non ci sto più”, “10minuti insieme”,  programmi ecclesiali, mentre  tutte le sere, in diretta, la celebrazione Eucaristica e la  domenica sera in diretta sui social media la Messa dalla parrocchia Santa Tecla in Carlentini.

– Nella foto in evidenza: da sx, Michela La Ruma, mons. Lomanto, Sebastiano Barberi, Salvatore Di Salvo

Condividi: