“Un progetto per la mia città” questo è stato il tema della serata organizzata dal Club Lions di Lentini guidato dal presidente Angelo Lopresti. Un incontro di studio che si è svolto nell’aula consiliare del Comune presso il Palazzo Cruyllas per il quale sono intervenuti come relatori, oltre al presidente Lopresti, il sindaco Daniele Lentini con  gli studiosi e cultori di storia e tradizioni popolari Antonino Terzo e Giuseppe Iudicelli. La manifestazione che ha seguito i protocolli di sorveglianza sanitaria  previsti per le riunioni, ha avuto il patrocinio del Comune di Francofonte e si è svolta sabato sera, alla presenza dei soci Lions e dei rappresentanti delle associazioni di Francofonte. Il sindaco Daniele Lentini con gli assessori comunali e il Presidente del consiglio comunale Francesco Sangiorgio hanno accolto le autorità lionistiche, i presidenti delle associazioni cittadine di volontariato e tanti cittadini in una sala gremita di pubblico. “E’ con grande emozione e felicità che stasera a Francofonte presentiamo il service un progetto per la mia città – ha detto il Presidente Angelo Lopresti-. Per la prima volta il club Lions di Lentini si riunisce nel Palazzo municipale di Francofonte. E ringrazio il sindaco con il presidente del consiglio comunale per aver subito accolto la nostra richiesta, di aver concesso i locali e dare il loro Patrocinio. Inoltre ci vede uniti nel portare avanti un progetto di restauro di alcune edicole di culto cristiano”.

Al tavolo dei lavori ci sono stati anche la presidente della VII Circoscrizione Antonella Bona, la quale coordina lionisticamente tutta la provincia di Siracusa, il presidente Giacomo Di Miceli che è a capo della Zona 19 che comprende i club di Augusta Host, Lentini, Priolo Gargallo e Floridia, la segretaria del club di Augusta Rita Cocciolo.  “Ringrazio tutti per l’accoglienza che Francofonte ha riservato alla nostra associazione e per la sensibilità che sta mostrando nel sostenere il nostro service un progetto per la mia città – ha detto la presidente Bona-. In questo modo è possibile anche conoscere il nostro “We Serve”.   Nello specifico il club di Lentini  assieme  all’amministrazione comunale hanno progettato di restaurare alcune edicole votive che si trovano sul territorio.  Si tratta di piccoli monumenti di particolare importanza nel culto delle nostre tradizioni locali. L’opera di restauro in un primo tempo interesserà le edicole di Contrada Santissimo-Masereschi lungo la ss 194; quella di contrada Ragameli posta sul crocevia dei comuni tra Francofonte, Piedigace e Lentini; quella di contrada Grassure. E sono dei piccoli monumenti di interesse pubblico che sono stati realizzati tra i primi anni dell1800 e metà del 1900. I due storici Iudicelli e terzo nel corso della conferenza hanno detto che oltre a queste tre a Francofonte ve ne sono tante altre e tutte sono patrimonio pubblico da conservare. “Ho accolto la proposta avanzata dal presidente Lopresti con grande entusiasmo perché si tratta di valorizzare il nostro patrimonio artistico e conservare la tradizione culturale della nostra città – ha detto il sindaco Lentini-.   Abbiamo già fatto dei sopralluoghi dei siti che andremo a restaurare con dei tecnici del settore e il nostro intento è quello di inserirle in un percorso storico assieme ad altri monumenti che possono essere vistati da turisti.  Come sindaco di questa città sto lavorando con la giunta e il consiglio comunale per rilanciare il più possibile Francofonte”. I lavori una volta avviati prevedono un contributo economico da parte del club lions di Lentini e quella a carico del Comune di Francofonte.  Il club Lions di Lentini con il service “Un progetto per la mia città” ha contribuito  assieme ad altri sodalizi al restauro del Cristo Pantocratore della Chiesa del Crocifisso della città di Lentini

Condividi: