Seleziona Pagina

La “banca del latte umano donato”: oggi è realtà!

La “banca del latte umano donato”: oggi è realtà!

19 maggio – Giornata Mondiale della Donazione del Latte Umano 2023

Inaugurata  all’Umberto I di Siracusa la prima banca del latte umano grazie alla generosità delle mamme ritenute idonee.

La cerimonia di inaugurazione si è tenuta giovedì 18 maggio 2023 nella hall dell’ospedale alla presenza dal commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra e dal direttore del reparto UTIN e Neonatologia Massimo Tirantello; presenti il presidente nazionale delle Banche del Latte Umano Donato Guido Moro e la presidente nazionale UNICEF Carmela Pace.

Questa realtà è stata realizzata grazie alla generosità del Rotary Club Siracusa Monti Climiti e da Isab-Lukoil con la partecipazione attiva dell’Associazione Gruppo Mamme Siracusa , che insieme si sono mobilitati per la fornitura di  arredi e apparecchiature adeguati che hanno trovato collocazione al primo piano dell’Umberto I nei  locali dell’ ex Direzione sanitaria.

Lo scopo delle Banche del Latte Umano Donato,(BLUD) già presenti  Italia, è promuovere, selezionare, raccogliere, trattare, conservare e distribuire il latte umano donato da mamme ritenute idonee, per essere utilizzato successivamente per specifiche necessità mediche nei centri di neonatologia, servizi di pediatria o presso il domicilio di pazienti con giustificata indicazione.

Il latte materno  alimento unico e specifico per ogni bambino, con una composizione ideale per le sue esigenze nutritive e di sviluppo fisico e neurologico  risulta indicato anche per l’alimentazione dei neonati pretermine, per quelli con problemi di salute e soprattutto  per coloro che alla nascita presentano  peso inferiore  ai 1500 g.

Per questi bambini se non è disponibile il latte della propria madre,  ma anche per i  neonati a termine che per brevi periodi non possono essere allattati dalla propria mamma quello  proveniente dalla Banca del Latte Umano Donato, pur essendo latte di un’altra mamma, è da preferire a quello artificiale perché rappresenta una valida alternativa per la  sua specificità.

La promozione dell’allattamento materno rappresenta  un importante obiettivo di salute per la sanità pubblica e risponde pienamente alle raccomandazioni Unicef e OMS.

 

Condividi: