Seleziona Pagina

Miles gloriosus: una attualissima spettacolare tragica farsa

Miles gloriosus: una attualissima spettacolare tragica farsa

La terza produzione   del 2024 dell’Istituto del Dramma Antico, la commedia  di Plauto Miles Gloriosus,

ha debuttato  il 13 giugno al Teatro greco di Siracusa

Questa commedia, rappresentata per la prima volta  a Siracusa, originariamente in cinque atti,  è la commedia di Plauto più lunga a noi giunta, quella più ricca di dialoghi a scapito delle parti cantate  e una di quelle con il maggior numero di personaggi.

La trama, ricca e articolata, ruota intorno a un soldato vanesio e fanfarone, Pirgopolinice, cui si riferisce il titolo dell’opera. Plauto dà ai suoi personaggi nomi significativi, composti spesso da parole greche, che ne descrivono le caratteristiche e fanno intuire al pubblico il ruolo che svolgeranno all’interno della commedia:  Pirgopolinìce, ad esempio, è un nome composto di tre parole, significa in greco “espugnatore di torri e città” da pyrgos, “torre”, polis, “città”, e nike, “vittoria”.

La messa in scena è stata affidata al regista Leo Muscato, già visto all’opera lo scorso anno per la regia di “Prometeo incatenato”,  che ha scelto  un cast tutto al femminile, col ruolo principale affidato a Paola Minaccioni, popolare volto del cinema, della tv e del teatro. Per il regista si tratta di “una commedia degli equivoci e degli inganni, ambientata in un mondo militare, cha ha sullo sfondo una guerra, che però non si vede mai. Per questo ci siamo reinventati un mondo contemporaneo, grazie anche alla traduzione resa estremamente attuale  di Caterina Mordeglia,  in cui è possibile rendere credibile qualsiasi cosa.”

La commedia narra di un soldato fanfarone di nome Pirgopolinice, comandante del campo militare, che rapisce la prostituta Filocomasio, di cui era innamorato il giovane Pleusicle.
Grazie ad una beffa architettata dal servo di Pleusicle, Palestrione (vero protagonista della scena, che inventa ingegnosi stratagemmi per liberare la ragazza), i due amanti riescono a ricongiungersi e Pirgopolinice viene circondato, sbeffeggiato  e minacciato di evirazione.

Sul palco si sono succedute Paola Minaccioni,  Giulia Fiume (nel ruolo di Palestrione), Alice Spisa, Pilar Perez Aspa, Francesca Mària, Gloria Carovana, Arianna Primavera, Ilaria Ballantini, Deniz Ozdogan, Anna Charlotte Barbera, Valentina Spaletta Tavella, Elena Polic Greco, Ginevra Di Marco, Sara Dho, Alessandra Fazzino, Valentina Ferrante, Diamara Ferrero, Valeria Girelli, Margherita Mannino, Stella Piccioni, Giulia Rupi, Rebecca Sisti, Silvia Valenti, Irene Villa, Sara Zoia. Completavano  il cast le allieve dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico.

Piace sottolineare, oltre allo spessore conferito ai personaggi principali, la cura posta dal regista  nel creare piccole scene di vita spicciola svolte dalle attrici comprimarie nelle tende sullo sfondo, il sapiente gioco di luci ed il significativo commento musicale.

E’ stata realizzata una commedia divertente e irriverente, che ha soddisfatto il folto pubblico presente, che ha applaudito convinto tutto il cast degli attori, protagonisti di un’interpretazione di alto livello.  La commedia di Plauto  sarà replicata  fino al 29 giugno.

In occasione della prima del “Miles gloriosus” è stata lanciata l’iniziativa un “Posto occupato” al teatro,  promossa dalla Fondazione “Una Nessuna Centomila” che opera  da anni a supporto dei Centri antiviolenza e di cui anche l’attrice Paola Minaccioni fa parte,  e  dal “Centro antiviolenza Ipazia” di Siracusa, contro il femminicidio e la violenza sulle donne.

Condividi: