Si è spento all’età di 91 anni Jean-Louis Trintignant. Simbolo del teatro e cinema francese, che tantissimo ha dato anche al nostro cinema tanto da essere considerato italiano ad honorem. Era nato nel 1930 in un piccolo paesino in Provenza, padre industriale e nipote del pilota di Formula 1 Maurice. Una carriera condita da 120 ruoli recitando per i più grandi ed entrando per sempre nel cuore degli appassionati. Una filmografia irripetibile che neppure i vari drammi familiari, soprattutto la morte violenta della figlia, sono riusciti a fermare.

Oltre all’epocale Il sorpasso di Risi con Vittorio Gassman e Catherine Spaak, che lo lanciò definitivamente, Un uomo e una donna, Il conformista, Finalmente domenica, Z l’orgia del potere, La donna della domenica, Il deserto dei tartari, La terrazza, dimenticando sicuramente qualche altro grosso titolo, non posso citare il mio Trintignant preferito Estate violenta del 1959 con una splendida Eleonora Rossi Drago. Paola Gassman ricordandolo per Il sorpasso ha detto “Lui è papà nel film non recitavano, erano così“, complimento più grande non poteva esserci. Con Trintignant non è un addio ma un arrivederci.

Condividi: