In mezzo a mille difficoltà, economiche, organizzative e “pandemiche”, è ripartita la stagione agonistica del Campionato Regionale di Eccellenza 2021/22, a sedici squadre, che vede nel girone “B”  ben cinque formazioni di Siracusa e provincia: Asd Siracusa, Real  Siracusa-Belvedere, Palazzolo,  Leonzio e Carlentini.

La Coppa Italia è servita per quasi tutte le formazioni, che hanno iniziato in ritardo la preparazione, come utile rodaggio in vista dell’avvio del Campionato che, mentre scriviamo, si prepara a disputare la terza partita del girone di andata.

Molte squadre sono ancora quasi  “cantieri aperti”,  con giocatori che vengono aggregati “in corsa” alla rispettive rose,  attingendo tra atleti “svincolati”, oppure pescando nei settori giovanili anche di squadre prestigiose. I giovanissimi  vengono inseriti in  quantità anche per rispettare la consueta regola federale che prevede la presenza di un numero minimo di “under” in formazione, ossia con anno di nascita dal 2001 al 2005, di cui almeno tre devono essere sempre presenti in campo.

Questi i primi verdetti in Coppa Italia, che ha visto, tra il 29 agosto ed il 15 settembre  la qualificazione agli ottavi di Finale delle seguenti formazioni che ci interessano: Asd Siracusa (che ha eliminato il Santa Croce Camerina), Carlentini ( che ha eliminato la Leonzio) e Real Siracusa-Belvedere (che ha eliminato il Palazzolo).

Dopo la prima fase di Coppa Italia, è partito il Campionato che ha messo subito in rilievo le difficoltà ed il ritardo di condizione fisica e tecnica , in particolare,  delle formazioni del capoluogo, ossia ASD Siracusa e Real Siracusa Belvedere, entrambe sconfitte  nei primi due match e quindi a zero punti in classifica.

Decisamente meglio il Carlentini di mr. Natale Serafino, che invece ha vinto le prime due di Campionato – la seconda delle quali proprio in trasferta a Siracusa – e adesso guida meritatamente la classifica provvisoria a punteggio pieno assieme a Taormina, Igea 1946 e Ragusa. Discreto l’esordio in Campionato per Leonzio e Palazzolo che, con una vittoria ed una sconfitta a testa, si trovano a metà della classifica provvisoria.

L’avvio negativo in casa ASD Siracusa ha determinato anche, dopo la seconda sconfitta consecutiva in Campionato,  le repentine dimissioni dell’allenatore mr. Roberto Regina, subito sostituito in panchina dall’esperto Peppe Mascara,  che aveva  iniziato la stagione  in qualità responsabile dell’area tecnica. Mascara era stato  fortemente voluto  dal nuovo Presidente aretuseo Salvo Montagno. Presidente che in estate aveva rilevato la società aretusea da Gaetano Cutrufo.

Il nuovo tecnico Mascara, ex attaccante con un passato glorioso in serie A con la maglia del Catania ed una presenza in Nazionale, a fine carriera giocò nel Siracusa nel campionato di Eccellenza 2014-15, stagione durante la quale realizzò 14 gol in 31 presenze, contribuendo alla promozione degli aretusei in serie D .

Nella sua breve carriera da allenatore ha guidato Giarre, Sancataldese, Biancavilla e Troina. Ora la nuova esperienza a Siracusa.

Mascara ha già debuttato sulla panchina aretusea nel derby in trasferta sul terreno della Leonzio di domenica 26 settembre, terza di Campionato. Mentre scriviamo non conosciamo ancora il risultato.

 

(Cammino, edizione tipografica del 26 settembre 2021 – credito immagine in evidenza: dalla rete)

 

 

 

 

Condividi: